BARBAZAN FLY WINGSUIT MANIAC


Vai ai contenuti

REGOLE PERFORMANCE

TECNICHE DI VOLO


NAZIONALE ITALIANA 2016


Regolamento FAI aggiornato al 2016



Obiettivo


L’obiettivo è volare con una singola tuta alare effettuando una combinazione migliore nelle tre discipline TIME, DISTANCE, SPEED.
Ogni round della prova è comunque comprensivo delle tre discipline. Ogni disciplina è eseguita in un volo separato.
La finestra di valutazione è di 1000 mt, solitamente è dai 3000 mt ai 2000 mt.


Discipline


TIME: il pilota con tuta alare deve volare con la più bassa velocità verticale possibile, all'interno della finestra di valutazione.
Il risultato per questo esercizio sarà il tempo ottenuto espresso in secondi arrotondato al primo decimale.


DISTANCE: il pilota con tuta alare deve effettuare più distanza orrizzontale possibile durante la finestra di valutazione. Il risultato per questo esercizio sarà la distanza in linea retta volata rispetto al suolo nella finestra di valutazione, espressa in metri arrotondato al numero intero.


SPEED: Il pilota con tuta alare deve volare il più velocemente possibile orizzontalmente rispetto al suolo durante la finestra di valutazione. Il risultato per questo esercizio sarà la distanza percorsa diviso il tempo speso nella finestra di valutazione, espresso in km/h .


Programma


Un evento solitamente è composto da 3 round, con tre salti (1 x disciplina) in ogni round, per un totale di nove salti.


Almeno un round deve essere completato per determinare il piazzamento e dichiarare i vincitori.


Determinazione dei Vincitori


Ogni disciplna in ogni round sarà valutato in base al punteggio piazzato al top della classifica dell esercizio eseguito in quel round.
Il piazzamento massimo riceverà il 100%. Gli altri risultati riceveranno un punteggio in percentuale al punteggio massimo, arrotondato ad un decimale.


Una media di tutti i round per ogni disciplina sarà effettuata per ogni competitore.


I tre risultati intermedi per ogni disciplina per ogni competitore sono sommati per dare il risultato finale al competitore.


Il risultato totale per il competitore determina il piazzamento.


Nel caso di uno pareggio nei primi tre piazzamenti, si applicano le seguenti regole di spareggio:


Sarà effettuato un lancio di spareggio. Il compito sarà estratto casualmente dal Capo Giudice.


Tutti gli altri pareggi nel piazzamento saranno piazzati pari merito.


REGOLE GENERALI


Equipaggiamento


I competitori non possono indossare peso aggiuntivo sul proprio corpo od equipaggiamento. Saranno pesati all'inizio della competizione, e prima di ogni salto con scarto possibile rispetto al peso registrato ad inizio competizione di +/- 2 kg.
Se il peso sarà maggiore o minore ripetto allo scarto consentito, il punteggio sarà zero per quel lancio.


I competitori non utilizzeranno sistemi di propulsione. Se viene utilizzato un sistema di propulsione, il punteggio sarà zero per quel lancio.


Un competitore non dovrebbe indossare alcun sistema elettronico vicino al (flysight) ufficiale. Se qualsiasi sistema elettronico rende difettoso il sistema PLD. Il punteggio sarà zero per quel lancio.


Ogni competitore deve indossare un sistema di allarme acustico funzionante in ogni lancio. Il non farlo comporterà un punteggio zero per quel lancio.


La stessa tuta alare, senza cambi o modifiche delle sue parti, deve essere usata per tutti gli esercizi in un round. In circostanze eccezionali, una tuta alare può essere cambiata con il consenso del Capo Giudice, se la stessa originale viene danneggiata e non può essere utilizzata nel lancio successivo.


Le tute alari saranno ispezionate e marcate da un giudice. Solo tute marcate possono essere usati per la prova. Utilizzare una ws non marcata comporterà un punteggio di zero per quel lancio.


Ogni competitore indosserà un PLD (flysight) rilasciato da un Giudice. Il GPS sarà attaccato sul casco del paracadutista con l’antenna che abbia una visione chiara del cielo, piazzato e posizionato per l’accettazione del Giudice. Questa decisione non è motivo di protesta.


Il PLD (flysight) sarà attaccato e sigillato nella sua posizione da un Giudice.


Il PLD (flysight) sarà acceso e spento da un Giudice, come previsto.


Immediatamente dopo il lancio, il competitore dovrà restituire il Flysight usato in quel lancio ad un Giudice.


Se il sigillo è trovato rotto dopo il lancio, e se è nell’opinione di un Giudice che la rottura non è stata causata da circostanze al di là del controllo del competitore, non sarà assegnato alcun re-jump ed il competitore riceverà un punteggio di zero per quel lancio. Questa decisione non è motivo di reclamo.


Se il PLD (flysight) ha un malfunzionamento, ed è opinione di un Giudice che il malfunzionamento non e stato causato da azione od interferenza del competitore, al competitore verrà data la possibilità di effettuare un re-jump o ricevere un punteggio di zero per quel lancio.


REGOLE SPECIFICHE DELLA PROVA


Rotta dI lancio/ Ordine di Uscita/ Modelli di Volo


la rotta di lancio dovrà essere perpendicolare all’asse del vento sopravvento della area di atterraggio designata, stabilito a discrezione del Direttore di Gara ed il Capo Giudice , basato su considerazioni di sicurezza sulla zona lancio e regolamenti dell’aviazione/spaziale locale.


L’ordine di lancio è a discrezione del Direttore di Gara e del Capo Giudice basato su considerazioni sulla sicurezza.


Il punto di uscita è determinato dal Direttore di Gara e dal Capo Giudice. Il pilota del velivolo segnalerà ai competitori quando possono uscire. Tutti i competitori saranno ragguagliati sui specifici segnali di uscita in un incontro con i competitori prima dell’evento.


L’uscita sarà separata per ottenere una separazione sicura. Immediatamente dopo l’uscita, ogni competitore ruoterà di 90° rispetto al velivolo guardando direttamente la zona di atterraggio designata per volare indietro su linee parallele.


Un competitore non deve attraversare altre linee o deviare di più di 30° dalla traiettoria designata. Violazione a questa regola, su decisione del Capo Giudice, comporterà un punteggio di zero per quel lancio Se la violazione a questa regola comporta il danneggiamento di altri competitori, il competitore può, su decisione del Capo Giudice, essere squalificato da ulteriore partecipazione alla competizione ed il competitore sarà rimosso dalla piazzamento ufficiale. La decisione non è motivo di reclamo.


Uscita e Sviluppo della Quota


La quota di uscita è 12.000 ft AGL (3.600 mt). La quota massima di uscita ( all’inizio della rotta di lancio) è di 12.500 ft AGL (3.750 mt).


Solo per ragioni di carattere meteorologico ed ATC, e con il consenso del Capo Giudice, il Direttore di Gara può abbassare la quota di uscita a 10.000 ft AGL (3.000 mt) e proseguire con la competizione.
La finestra di valutazione rimane 3.000 – 2.000 mt AGL. Comunque, se la quota di uscita è abbassata và applicata per un modello completo di un round per tutti i competitori.


Lo Sviluppo della quota per ogni competitore sarà pre-determinata dal Direttore di Gara e Capo Giudice al fine di massimizzare la separazione orizzontale e verticale. Se una violazione a questa regola comporta il danneggiamento di altri competitori, Il competitore può, su decisione del Capo Giudice, essere squalificato da ulteriore partecipazione alla competizione ed il competitore sarà rimosso dalla piazzamento ufficiale. La decisione non è motivo di reclamo.


Tutti i lanci per le discipline DIstance e Speed durante il round dovranno essere fatti con le stesse condizioni metereologiche,
al fine che duranti i lanci, i competitori, abbiano lo stesso vento. Nel caso in cui l'aereo non sia sufficientemente grande da portare contemporaneamente tutti i competitori, l'rganizzazione deve provvedere a a decolli back to back, suddividendo con criterio glia atleti in base alle loro performnace di volo. I re-jump per, soprattutto riguardanti Distance e Speed, dovranno essere fatti il più presto possibile per assicurarsi condizioni del vento simili.


Sistema PLD (flysight)


Il PLD deve registrare dati tridimensionali (3D) in tempo reale con una risoluzione di almeno 5 Hz ed una precisione della posizione (SEP) di meno di 10 mt.


Il PLD non deve richiedere alcuna azione da parte del competitore per farlo funzionare, il PLD registrerà automaticamente, previa accensione da parte del competitore prima del decollo e spegnimento una volta atterrato.


Una volta attaccato al competitore, il settaggio del sistema non deve essere possibile modificarlo da parte del competitore, e non deve essere possibile da parte del competitore cancellare i dati senza che non sia facilmente evidenziato dai Giudici . La manomissione del sistema comporterà un punteggio di zero per quel lancio. Tale decisione non ,è motivo di reclamo.


I dati registrati dal PLD devono essere scaricati prima possibile dopo che il competitore ha consegnato i i sistemi, e prima del successivo impiego.


Se i dati dal PLD è scaricato per l’analisi in un computer dopo l’atterraggio, i dati poi devono essere registrati e salvati quando scaricati.



LAVORO DEI GIUDICI


Giudicare il lancio


Il punteggio sarà supervisionato da almeno due Giudici FAI per l’esecuzione con Tute Alari.


Altre responsabilità



Uno o più persone, supervisionate dal Capo Giudice ( o addestrate sotto la supervisione del Capo dei Giudici al Training ) può supportare i giudici nella gestione dell’equipaggiamento sistema e dati.


Uno o più individui qualificati, supervisionati dal Capo Giudice, devono osservare i competitori durante la loro discesa e l’apertura. L’osservatore deve verificare qualsiasi condizione od incidenti che possono costituire motivi per un re-jump e/o squalifica per ragioni di sicurezza. Un rapporto scritto su osservazioni inusuali ed incidenti deve essere fatto.


Il Capo Giudice ed/o il Direttore di Gara possono interrompere la prova se valutano le condizioni meteorologiche non sono sicure per il proseguo dell’evento. La decisione non è motivo di reclamo.
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Home Page | IL TEAM | I COACH | EVENTI | CONTATTI | TECNICHE DI VOLO | WING SUIT | FOTO-VIDEO | MAPPA COACH | Mappa del sito


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu